IZ1DFF  ITALIAN HAM RADIO STATION                                       > HOME


08.12.2009

In memoria di Attilio Sacco I1BAY


      silent key Attilio Sacco I1BAY

E' sempre difficile parlare di chi non Ŕ pi¨ tra noi, in parte perchŔ, fortunatamente per me, non Ŕ cosa abituale e soprattutto perchŔ si rischia di cadere nel banale e nel patetitico, due modi d'essere che non appartenevano di certo ad Attilio I1BAY.
Attilio era una persona dura, granitica, con una personalitÓ resa forte ed aspra dalle innumerevoli esperienze che il tempo e il destino hanno voluto riservargli durante la sua vita. La fermezza nelle sue convinzioni, il suo battere i pugni sul tavolo per far sentire quanto valesse l'esperienza vissuta sulla propria pelle, sul campo, non potevano avere che un effetto di stima, di ammirazione costruttiva, di quella che fa nascere dentro di se la voglia di diventare , un giorno, come lui.
Lo ricordo come una persona sempre in cerca dell'innovazione, sempre con la voglia di stare al passo con i tempi e nello stesso tempo con la convinzione che insegnare alle nuove leve cosa era e cosa Ŕ la radio possa far crescere radioamatori completi e competenti, a partire dall'insegnamento della radiotelegrafia che lui ha sempre sostenuto con determinazione, la stessa determinazione che Ŕ facilmente percepibile in un suo scritto apparso su Radio Rivista nel lontano Agosto 1977 rigardo al C.E.R, Corpo Emergenza Radioamatori, che finisce con la frase:

"Un modo per emettere segnali al di lÓ dei confini dell'egoismo"

C.E.R, corpo emergenza radioamatori by Attilio Sacco I1BAY, Agosto 1977

Marco Allaria Olivieri

Per rendere ulteriore omaggio alla memoria di Attilio vi consiglio il link dell'ARI Sanremo nel quale sono raccolti gli articoli tecnici che il BAY ha voluto lasciarci.
I1BAY su ARI Sanremo.it



> HOME